Cover

“Nella terminologia della musica leggera una cover è la reinterpretazione o il rifacimento di un brano musicale – da altri interpretato e pubblicato in precedenza – da parte di qualcuno che non ne è l’interprete originale”.
Questo é quel che dice wikipedia, ma noi del circolo che ne capiamo piú di foto che di musica abbiamo provato a dare un’interpretazione del tutto personale.
Ognuno si é scelto un brano e ognuno ha fatto i compiti a casa.

Io non potevo non scegliere i Subsonica e siccome a repertorio hanno parecchie canzoni fotografabili ho scelto una di quelle col testo piú scomodo. Si intitola CANENERO ed é un brano che va ascoltato attentamente, perché il ritmo dell’elettronica rischia di distogliere l’attenzione e far passare il significato in secondo piano.
CANENERO parla della violenza sui minori, ha vinto il premio amnesty italia nel 2008 e sa raccontare in modo diretto e crudo il terrore che attraversa le vittime degli abusi.

20121128-154133.jpg

Queste sono le fotografie che ho scattato e questo é il testo della canzone:

Se ho paura a sentire il silenzio, se non riesco a raschiare il ricordo
quella voce scura dentro me, è una porta chiusa dentro me
quella porta è un dolore lontano, che nessuno doveva vedere
quando quelle mani su di me, quella bocca scura su di me
se ho paura a sentire il silenzio, se non riesco a tagliare il ricordo
quella voce scura dentro me, è una porta chiusa dentro me
quella porta è un dolore bambino che nessuno voleva ascoltare
forse non capivo quello che, non osavo chiedere il perchè
è di nuovo qua
so cosa farà
quelle mani su di me
fiato sporco su di me
dice è come un gioco
dice che è per poco
che non fa così male
e non si può scappare
canenero ritorna nel sonno, devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me, quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno, per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me, quella voce è chiusa dentro me
canenero ritorna nel sonno, devo urlare per prendere fiato
quelle mani ancora su di me, quella bocca sporca su di me
quante volte ho gridato nel sonno, per sentirmi di nuovo al sicuro
quella porta chiusa intorno a me, quella voce scura dentro me
se ho paura a sentire il silenzio, se non riesco a raschiare il ricordo
quella porta chiusa intorno a me, è una porta chiusa e dentro me
quella porta è un dolore bambino, che nessuno voleva vedere
mentre non capivo quello che, non osavo chiedere il perchè
dice è come un gioco
dice che è per poco
non posso raccontare
e non si può scappare
qui non si può scappare
canenero ritorna nel sonno, devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me, quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno, per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me, quella voce chiusa dentro me
canenero ritorna nel sonno, devo urlare per prendere fiato
quelle mani ancora su di me, quella bocca sporca su di me
quante volte ho gridato nel sonno per sentirmi di nuovo al sicuro
quella porta chiusa intorno a me, quella voce scura dentro me
canenero ritorna nel sonno, devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me, quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me
quella voce chiusa dentro me

20121128-154311.jpg

20121128-154344.jpg

20121128-154424.jpg

20121128-154453.jpg

20121128-154511.jpg

20121128-154529.jpg

Cover é poi diventata una mostra itinerante nel 2012, e il prossimo anno l’esposizione dovrebbe continuare in alcune nuove locations. Questa volta vedró di aggiornarvi per tempo e non solo quando sarà tutto finito.

info: www.otturatorefotocircolo.it