P.O.L.V.ERE D’AFRICA

Faccio una mostra, una di quelle con foto tutte mie. Saranno esposte un po’ fotografie del mio viaggio in Africa dello scorso anno. Per ora vi segnalo l’evento, poi vi racconterò un po’ meglio.

 

P.O.L.V.ERE D’AFRICA

Mostra Fotografica a cura di Daniele Molineris
Sala mostre della Provincia di Cuneo, c.so Nizza, 21
dal 27 dicembre 2012 al 10 gennaio 2013
promossa dall’Associazione Culturale Primalpe

Locandina Mostra

 

la mostra:

P.O.L.V.ere d’Africa
Pare strano per un progetto di sostegno allo studio per orfani che vivono sulle rive del Lago Vittoria, eppure, quando l’Autore della mostra ci ha proposto questo titolo, ci siamo risposti che anche così si può rappresentare il Progetto Orfani Lago Vittoria.
La P.O.L.V.ere d’Africa. Rossa e finissima: inconfondibile. Ti accoglie, onnipresente elemento del paesaggio, colorata, calda. Ad ogni passo è lì, accompagna e segna tutto il tuo cammino. Come i bambini.
All’inizio può persino dare fastidio. Talora esagera un po’: non sa contenersi. Per quanto ti sforzi di liberartene, Essa rimane con te. Con sorpresa, arrivi anche a scoprire che puoi trovarne traccia a decine di migliaia di chilometri e mesi di distanza.
Anche tu sei diventato parte di quel medesimo tutto; e Lei – la P.O.L.V.ere dell’Africa – è diventata parte delle tua anima, respiro dopo respiro, passo dopo passo, istante dopo istante. E’ parte di ciò che sei, ed è ciò che sarai. Come un tratto della memoria.
Lì dove tutto ebbe inizio, quando lo Spirito Le diede vita, ed Essa racchiude i resti dei nostri comuni avi, è lì a ricordarti che non c’è distinzione che valga. Per quanto infinitesima, Essa dà materia all’intero creato, sotto i nostri piedi come sopra le nostre teste. Siamo tutti della stessa pasta.
Tutto sta nell’accettare questa banale, indiscutibile, elementare verità.
Qui, caro Amico visitatore, potrai vedere il nostro piccolo, infinitamente piccolo, granello…

 

il progetto:

Progetto Orfani Lago Vittoria
Il Progetto Orfani Lago Vittoria nasce su iniziativa di una giovane donna del Kenya, cresciuta nei pressi della città di Kisumu, sul Lago Vittoria. Orfana di entrambi i genitori, ha potuto studiare grazie al sostegno offerto da una famiglia bovesana ed è stata educata dai Missionari della Consolata. Venuta a vivere in Italia, nel 2007, all’età di 25 anni, dopo la laurea e le prime esperienza lavorativa da infermiera in un dispensario, è stata adottata legalmente dagli stessi genitori che le avevano pagato gli studi in Kenya; qui ha potuto sperimentare il violento contrasto tra i due stili di vita e regimi economici. Ne è sorto il desiderio che quanto la Provvidenza le aveva donato, potesse incrociare la vita di altri bambini che si trovano nella sua medesima condizione.
Era l’estate del 2008, quando partì con un compagno di viaggio e 2.000 Euro in tasca alla volta di Kisumu. Con quei soldi si iniziò a pagare la scuola ai primi sette orfani.
Ora il Progetto contribuisce all’educazione di un centinaio di orfani totali o parziali. Alcuni di loro non hanno né casa, né famiglia che li accolga. Raccoglie fondi attraverso donazioni, cene africane, il sostegno particolare di famiglie a singoli orfani (c.d. sponsor). Ogni estate volontari del Progetto, con gruppi di persone interessate all’esperienza, si recano presso le scuole degli orfani e pagano, direttamente e personalmente, per loro le rette, che coprono le spese di istruzione ed uno o due pasti caldi e, per taluni, anche il convitto. In Kenya si incontrano gli orfani, gli insegnanti e le famiglie che li accolgono, si valutano le pagelle e si segue il loro percorso scolastico.
Finito il periodo scolastico, il Progetto assiste gli orfani all’avvio al lavoro. Uno tra i primi assistiti, ha aperto quest’anno un negozio e si è potuto sposare.

www.progettoorfanilagovittoria.com